Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito web usa cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, ci accordi la possibilità di inviare questi tipi di cookies sul tuo apparato.

    Vedi i documenti relativi alla DIrettiva EU e-Privacy

News 19 Giugno 2012

Oggetto: News 19 Giugno 2012
Data invio: 2012-06-19 06:45:33
Invio #: 81
Contenuto:
intestazione

hauss      logo_ferleo       tartana         regate_nel_golfo_sm   


 

 

 

Informazione ai Soci e non solo (giugno 2012)

 

NOTIZIE IN BREVE

 

Sommario.

  1. Un piccolo incidente, un richiamo a regole di sicurezza.

  2. L'acqua.

  3. Protezione dell'uscita.

  4. CICO 2012.

  5. Elezione cariche sociali.

  6. Scuole vela estive.

  7. 29 giugno, una cena particolare.

 

 

1. Un piccolo incidente, un richiamo a regole di sicurezza.

L'altro giorno, nel condurre la propria barca, un socio ha urtato con il boma la testa di un passante. L'incidente è avvenuto fuori dal cancello, in prossimità del ponte sul Cervia. Premesso che, per fortuna, l'evento è stato antipatico, ma non grave, ne è ovviamente sorto un diverbio.

La difesa – attacco del nostro Socio è stata: “ma questo è un passaggio per le barche e da tanti anni”.

La risposta è comunque sbagliata e non ha alcun briciolo di verità. Non solo il passaggio è pubblico, ma se anche l'incidente fosse accaduto dentro l'area del Circolo, il torto sarebbe della persona che conduce la barca.

Si tratta, infatti, di situazioni “promiscue”, nelle quali è il mezzo a dover essere mosso in sicurezza.

Senza farla troppo lunga, vorremmo richiamare regole semplici che è necessario seguire affinché spiacevoli incidenti quali questo (e potrebbero avere conseguenze ben peggiori) siano evitati o almeno ridotti per la probabilità possano accadere.

  1. Limitare la presenza delle barche sul piazzale del Circolo e soprattutto il tempo di permanenza con le vele issate – è zona di passaggio anche per i pedoni e, in ogni caso, qualunque altro Socio ha diritto di passare tranquillamente con la barca o il windsurf.

  2. Ridurre il tempo di permanenza, significa ridurre le possibilità di dare “fastidio”.

  3. Non tenere le vele issate sul piazzale troppo a lungo – se per i “Laser” è evidente che la randa debba stare issata (essendo tutt'uno con l'albero), in tutti gli altri casi la vela con il boma deve essere ammainata.

  4. L'attraversamento del percorso verso il mare e viceversa, tornando dal mare verso la sede, deve essere effettuato con la vela principale o non collegata al boma o completamente ammainata. Quindi, in uscita, si alza a riva sulla spiaggia, in entrata, si ammaina non appena messa la barca sul carrello di alaggio.

  5. Per casi come i “Laser”, prestare assoluta attenzione alla movimentazione della barca sul carrello di alaggio, avvisare le persone del proprio passaggio, attendere che vi sia lo spazio di sicurezza per passare.

Se qualcuno crede che siano regole inventate è pregato di rivolgersi all'Ufficio Marittimo della Guardia Costiera a Follonica.

Per completezza di informazione, precisiamo che la responsabilità è sempre e comunque di chi sta gestendo in quel momento la barca e, se l'incidente accadesse all'interno della nostra Area, anche del Presidente.

Conviene a tutti rispettare semplici regole di buona convivenza.

Ecco perché ai Laseristi ricordiamo spesso di non ostruire il piazzale, di non rendere difficile e pericoloso il passaggio per le persone e per altre barche.

Scarica il Regolamento di Sicurezza armo e disarmo delle barche, conduzione verso la spiaggia e rientro

 

2. L'acqua.

E' stata fatta la prova del pozzo sotto la ferrovia: per le nostre esigenze, l'esito è stato positivo.

A questo punto, abbiamo chiesto verbalmente al Comune di impostare lo schema di convenzione per la concessione in uso ed alla ditta specializzato che ha curato la prova stessa di farci un preventivo.

L'obiettivo è di poter fare i lavori necessari nel prossimo inverno in modo da affrontare con tranquillità tutto o quasi il 2013.

La spesa sarà di alcune migliaia di euro, ma potrà darci come risultato la nostra sostanziale autonomia (comunque con costi inferiori nettamente al dissalatore sia per l'impianto, sia per la gestione).

 

3. Protezione dell'uscita.

Finalmente, una settimana fa, la Provincia di Grosseto ha trasmesso al Comune di Follonica il progetto degli interventi contro l'erosione della costa nel tratto dal Thaiti fino a Torre Mozza. Come preannunciato, il progetto per ora non prevede alcuna barriera o altro sistema di protezione davanti alla nostra uscita a mare ed al Cervia.

Questo è stato rinviato alla specifica osservazione che il Comune di Follonica dovrà presentare alla Provincia: i tecnici del Comune sono già a lavoro ed abbiamo affrontato il problema con loro e l'Assessore Rapezzi.

La proposta del Comune in preparazione prevede queste azioni:

portare la barriera soffolta fino al Boschetto (praticamente alla boa foranea dove agganciamo il nostro canale di lancio lato Follonica) – interrompere la barriera per circa 50 metri – installare una barriera semiemersa fin oltre il Cervia – prolungare di una quindicina di metri i due moli esterni del Cervia, sempre paralleli).

Questa soluzione, che avevamo sollecitato, risolve il problema del Boschetto, del tratto di spiaggia più verso il Cervia, mette in sicurezza l'uscita e l'entrata dal Fosso e ne evita l'insabbiamento – ci darebbe due possibilità di uscita: a ponente, passando davanti alla foce, con i venti meridionali, a sud ovest con i venti da ovest a nord.

Abbiamo avuto, però, la preoccupazione che così rimanesse insoluto il problema del frangente da libeccio troppo a ridosso della spiaggia.

Assessore e tecnici hanno condiviso la preoccupazione ed in linea di massima hanno individuato quale soluzione, da noi condivisa, quella di creare una sorta di “piede” sul fondo sull'apertura (corrispondente al nostro canale di lancio, per intendersi), affinché il moto ondosa sia “rotto in anticipo” ed abbia minor effetto verso la spiaggia.

Con questo impianto complessivo, abbiamo poi la speranza che si incrementi la spiaggia dove oggi c'è l'accesso delle barche alla spiaggia (a ridosso del Cervia) con due evidenti vantaggi: possibilità di intervenire e mantenere il passaggio con pendenza molto inferiore all'attuale e riparata dalle mareggiate; aumentare la superficie della spiaggia in concessione e lo spazio dove preparare le barche prima di uscire o al ritorno. In realtà, abbiamo la speranza che l'insabbiamento giunga fino alla “beach rock”: in tal caso potremmo organizzare il canale di lancio più vicino al passaggio sulla spiaggia, con grande vantaggio per tutti, bagnanti e noi.

Stiamo parlando di opere che dovrebbero essere approvate nella prima parte del 2013, andare in appalto lo stesso anno e delle quali vedere l'inizio lavori nel 2014.

 

4. Campionato Italiano Classi Olimpiche 2012 (CICO).

E' la più importante manifestazione nazionale per le derive e torna nel Golfo dopo 13 anni.

Base a terra sarà il Campeggio Piper al Puntone.

20 e 21 settembre giornate di accoglienza dei partecipanti e delle stazze.

22 – 25 settembre compresi, le regate (saranno sicuramente 4 campi, ognuno gestito da uno dei Circoli organizzatori).

Nei giorni precedenti (soprattutto 15 – 19 settembre) ci sono da preparare la base, i mezzi e le attrezzature.

Il successo della manifestazione (c'è un Comitato ad hoc, presieduto da Fausto Meciani e composto da CN Follonica, CN Scarlino, GV LNI Follonica e YC Punta Ala) dipende tutto dal contributo operativo e fattivo dei volontari, a terra ed in mare.

L'evento è importante da ogni punto di vista, compreso quello economico.

E' indispensabile cominciare a conoscere la disponibilità delle persone in quel periodo: cominciate a segnalare il possibile impegno via mail o comunicandolo al Consiglio.

 

5. Elezione cariche sociali 2013 - 2016.

Il 24 agosto, venerdì presso la Sede, si svolgerà l'annuale Cena Sociale.

Il giorno dopo, sabato 25 agosto, è convocata alle ore 14,30 in prima convocazione ed alle ore 15,30 in seconda convocazione, presso la Sede (veranda del ristorante), l'Assemblea dei Soci per l'elezione delle cariche sociali, ovvero del Consiglio Direttivo e dei Soci Controllori.

Il seggio per la votazione sarà aperto sabato 25 agosto dalle ore 16 alle ore 20 e domenica 26 agosto dalle ore 10 alle ore 18.

La scelta di tenere ad agosto le votazioni è motivata dai seguenti obiettivi:

  • permettere ai soci non residenti in zona di partecipare direttamente alle votazioni;

  • l'assemblea di presentazione consentirà di fare il punto della situazione e sulle prospettive;

  • il nuovo Consiglio, che entrerà in carica effettivamente dal 1 gennaio 2013, affiancherà quello uscente in modo da avere il tempo di “prendere visione” delle varie questioni e condividere le scelte che subito il primo anno dovrà gestire.

Sul sito tra pochissimi giorni sarà pubblicata la convocazione dell'Assemblea e delle elezioni, il modulo per eventuali candidature.

Al momento, hanno manifestato l'intenzione di candidarsi nuovamente per il CD i seguenti membri del Consiglio uscente: Claudio Del Rio, Giorgio Gemignani, Alessandro Spinicci.

Luigino Achilli (il babbo di Angelica) ed Ugo Ballerini hanno già presentato la domanda di candidatura.

Stefano Barbi e Renzo Braccini hanno dato la disponibilità per l'organo sociale denominato “Soci controllori”.

Il quadriennio che attende il nuovo Consiglio è, probabilmente, quello decisivo per il futuro della nostra attività:

definizione duratura del rapporto con la proprietà della sede;

realizzazione delle opere a mare di protezione;

sistemazione della spiaggia;

definizione e primi interventi del progetto di ristrutturazione della Sede;

avvio del “Centro tecnico” di perfezionamento della vela.

Inoltre, dovremo dare una svolta alla nostra organizzazione affinché sia più efficiente ed efficace, migliori le capacità gestionali, prosegua al meglio lo sviluppo dell'attività promozionale e sportiva.

Insomma, è il momento che si smetta di “stare sull'albero a cantare” e chi ha idee si promuova e si faccia avanti: ce n'è bisogno.

Ma sull'argomento torneremo ancora e meglio in preparazione dell'Assemblea del 25 agosto prossimo.

 

6. Scuole vela estive.

Il 18 giugno inizia la Scuola vela estiva.

Sul sito del Circolo ci sono tutte le informazioni date, spesa, modulo per le iscrizioni).

Un contributo dei Soci è quello di fare “passa parola” dell'iniziativa.

Per i maggiorenni e per gruppi, è possibile concordare corsi specifici e personalizzati concordandoli con gli istruttori.

Tra le novità di questo anno (assieme al fatto che ancora una volta le tariffe sono rimaste invariate) c'è il punto scuola vela presso la sede del CN Cala Violina (Foce del Petraia), dedicato ad adulti e famiglie.

 

7. 29 giugno, una cena particolare.

Iniziativa conviviale e di modesto autofinanziamento, il 29 giugno al ristorante del Circolo.

Cristina e Lisindo Carovani, con la collaborazione di Luigi, Franca e Bubu, propongono il mitico menù campigiano: trippa fredda in bianco, riso e cavolo in brodo di pecora, lampredotto, pecora lessa, pecora in umido, tanto vino (per gli sciagurati, ahinoi, anche l'acqua).

Il costo è di 25 euro.

La prenotazione è assolutamente necessaria e preghiamo farla per tempo con Bubu (sms a 3398749021) o al ristorante. Dobbiamo raggiungere 30 partecipanti e non possiamo superare i 40, per mantenere altissima la qualità della cena. Quindi, sbrigatevi.


 

 

 

Powered By Joobi